giovedì 6 ottobre 2011

Gnome shell, a chi piace?

Ad una sola settimana dal rilascio di Ubuntu 11.10 non sono ancora certo che questa sarà la mia scelta, dopo tutto la cara e "vecchia" Lucid Linx ancora si difende.
Qualcosa però è cambiato, dopo aver usato per un po' Gnome shell su macchina virtuale mi sono sentito subito come a casa, agilità, comodità, eleganza, certo provare virtualizzato un sistema non è il massimo ma ti permette di valutare la cosa.

Ci sono comunque appunti da fare: impossibilità di cambiare i temi della shell se non dopo una modifica (che ho già fatto ehh ehh), impossibilità per ora di aggiungere altri account online oltre Google. Forse il team di Gnome shell ha peccato di troppo minimalismo che può non essere una colpa. Già su Twitter ho detto che mi sembra voluta questa pulizia, niente fronzoli a distrarre l'uso, compresa anche la possibilità di escludere le notifiche. Forse si dovrebbe pensare ad un tool che semplifichi l'installazione delle estensioni e che le cataloghi per genere.

E' anche ovvio che Ubuntu non sia ottimizzata per gnome shell ma bensì per Unity che però proprio non mi acchiappa per ora. Forse farei meglio a provare distribuzioni che montino Gnome shell come interfaccia predefinita come Fedora e Opensuse.
Purtroppo con Fedora virtualizzata Gnome shell non parte e Opensuse mi ha dato problemi, proverò quanto prima con Fedora 16 beta.

Tornando alla shell, grande risalto è stato dato all'accesso universale


come vedete dall'immagine sopra molti sono gli aiuti per meglio visualizzare ed interagire con i l pc. Quando si clicca sul nome dell'utente invece


salta agli occhi (almeno ai miei) l'assenza di Arresta e riavvia che per ora compaiono solo premendo alt quando si passa il puntatore del mouse su Sospendi che diventa spegni che cliccato mostra anche riavvia nella finestra, il tutto mi sembra troppo elaborato e inutile.
Aggiungere le due voci sarebbe la cosa migliore.
Una altra parte che ho preferito è il modo di mostrare le applicazioni che, a differenza della dash di Unity  si mostra così  spostando il mouse sulla zona attività in alto a sinistra anche senza cliccare cosa che adoro.




Oh quasi dimenticavo, i piani di lavoro da posti in linea orizzontale ora sono visti in verticale e sono pressoché infiniti , quando una finestra si colloca su di un piano subito un altro compare sotto per essere usato.



Queste sono le mie prime impressioni dopo un po' di smanettamenti. Ciao a presto

14 commenti:

  1. Nemmeno a me scende Unity, e dato che la versione "classica" di Gnome è ormai morta, da qualche giorno sono fisso su Gnome3 con Gnome-shell.. Devo dire che mi trovo anch'io piuttosto bene, tranne che per quanto riguarda le estensioni di Gnome-shell, che dovrebbero integrare alcune funzioni, tra cui quella di ripristinare il tasto Arresta nel menu.. Purtroppo non mi funzionano, né installate da repo né da sorgenti.. Aspetto la ormai prossima release di Ubuntu, che sarà nativamente rilasciata con Gnome3 (anche se non con Gnome-shell ovviamente) per vedere se la situazione migliora..

    RispondiElimina
  2. si ho provato anche io ad aggiungere l'estensione per aggiungere "arresta" e per aggiungere il tasto "risorse" ma nulla anche per me attendiamo sviluppi ciao grazie pe essere passato da qui

    RispondiElimina
  3. Quindi il mio notebook non è un caso isolato.. La mia teoria è che non ci sia perfetta integrazione tra Gnome e il repository testing da cui ho installato Gnome-shell.. Per questo spero che con Oneiric, che supporta nativamente Gnome3, la situazione si sblocchi..

    RispondiElimina
  4. Sono passato a Kubuntu 11.10. Con Muon Package Manager (al posto di Kpackagekit) Kubu si appresta a diventare figlia e non figliastra di Canonical.

    RispondiElimina
  5. quindi @anonimo mi consigli di provare Kubuntu beh allora la scarico e la provo virtuale visto che la mia prova è un po' datata grazie

    RispondiElimina
  6. Avendo provato Gnome Shell sia su Fedora che su Ubuntu Oneiric e Unity io ho già fatto la mia scelta per il mio desktop e la scelta è ricaduta su Ubuntu Oneiric Unity, hanno fatto un ottimo lavoro e ora la trovo molto più usabile e intuitiva di Gnome Shell in tutto, Gnome Shell si è rivelata una delusione, poco intuitiva, per aprire un browser o qualunque applicazione devo andare nell'angolo in alto....che senso ha ? Con Unity le mie applicazioni sono a portata di click, poi sul desktop la barra laterale la posso lasciare sempre in primo piano, insomma non c'è paragone dal punto di vista dell'usabilità.

    RispondiElimina
  7. sul fatto che Gnome shell abbia bisogno di crescere ancora non ci sono dubbi diciamo che è un altro concetto di desktop che per ora mi piace di più di Unity ma non mi soddisfa al 100% in futuro vedremo potrei anche passare a kubuntu come detto nel post del 16 ottobre ciao e grazie

    RispondiElimina
  8. Sto utilizzando gnome-shell installato tramite la versione minimale di ubuntu e devo dire che funziona molto meglio (più fluida e reattiva) rispetto ad una installazione con sotto unity o altra interfaccia grafica sotto (ho provato anche con XFCE4 e LXDE). È vero che c'è da perderci più tempo (in particolare lightdm mi ha creato seri problemi) ma secondo me ne vale veramente la pena!
    Gnome-shell è stata una vera rivelazione per me. Dopo aver provato e scartato ogni singola altra interfaccia grafica (ognuno per motivi diversi) ero nel panico più completo e stavo pensando di utilizzare al minimo linux fino a quando non avessero creato un'interfaccia "decente".
    Con questo desktop mi trovo a mio agio, il contemporaneo utilizzo del mouse e della tastiera creano una vera e propria armonia di movimenti! Ottimo desktop, nonostante alcuni difetti che a mio parere posso passare in secondo piano (compresa l'assenza del pulsate "Arresta Sistema").

    RispondiElimina
  9. i gusti son gusti sto provando gnomeshell in virtuale con estensioni varie ed è sempre meglio grazie per la visita

    RispondiElimina
  10. kde e il meglio mi trovo da dio

    RispondiElimina
  11. ora che è passato un po' di tempo gnome shell è sempre meglio complice anche la rielaborazione da parte del team di Linux Mint, Gnome 3 è tornato ad essere la mia scelta primaria anche nel mio ultimo test su Arch Linux virtuale

    RispondiElimina
  12. Lasciate perdere Ubuntu, provate Sabayon 8 con Gnome3 e Shell perfettamente funzionanti e ben integrati all'OS.
    A mio parere è fantastica, deluso da Ubuntu e quello scempio di nome Unity, passato poi a Mint per Gnome3 (integrato in maniera davvero pietosa), ho trovato una soluzione ottimale nell'ultima Sabayon (codec già installati grande semplicità di gestione e OS molto stabile)

    RispondiElimina
  13. grazie per il commento @Cattux ho provato Sabayon in virtuale e non è affatto male anzi, se non sbaglio è anche rolling realise e potrebbe essere una delle mie scelte del futuro ciao alla prox

    RispondiElimina